Da dove cominciamo (prendiamoci un po’ in giro)

Che lo scoutismo sia da sempre oggetto di scherno è cosa nota. Noi stessi ogni tanto ci prendiamo in giro da soli – che non fa mai male!
Manco a farlo apposta, tra gli argomenti più utilizzati c’è che “gli scout so’ tutti froci”… E noi, dopo aver spiegato perché questo blog, partiamo da qui.

agesci1Sugli scout si dice di tutto, tanto che su wikipedia c’è una pagina dedicata alle controversie sullo scoutismo (va detto, senza fonti sufficienti, ma con informazioni possibili).  Tra le controversie, immancabili, vi sono l’omosessualità latente del fondatore Lord Baden Powell e il suo presunto interesse per i ragazzi. Viene persino citato in una pagina lgbt come “probabile omosessuale”. A noi queste cose fanno sorridere, perché si tratta di ipotesi decontestualizzate, ma soprattutto perché questa informazione non ci cambia la vita: il fatto che B.P. fosse o non fosse omosessuale non influisce sulla validità dello scoutismo.

Sappiamo però che le voci partono sempre da qualcosa di reale: è improbabile che all’interno dei nostri gruppi non siano presenti persone omosessuali… anzi, essendo uno dei maggiori movimenti di aggregazione giovanile, per la legge dei grandi numeri è probabile che ce ne siano parecchi! (calcoli semplici: per i totali di scout censiti rimandiamo qui; per le percentuali demografiche lgbt rimandiamo qui e qui). In più, trattandosi di un movimento che aggrega grandi numeri di preadolescenti, adolescenti e giovani adulti, in alcuni casi in gruppi monogenerici, spesso in situazioni di vicinanza fisica ed emotiva, con momenti forti che stimolano la riflessione personale, è facile che la scoperta della propria omosessualità avvenga in questi contesti.

“gli scout so’ tutti froci”… forse tutti no, ma probabilmente qualcuno ce n’è! E se anche fosse uno solo dei nostri ragazzi a scoprire la propria omosessualità e a porsi il problema di come viverla… non sarebbe sufficiente per porci il problema, come educatori?

Vogliamo partire da qui, interrogandoci su cosa possiamo fare per i ragazzi che abbiamo in gruppo. Lo faremo seriamente, perché ci crediamo; solo che siamo quattro idioti, quindi lo faremo senza prenderci troppo sul serio; infine, conoscendo gli ambienti di cui andremo a parlare, se non è fondamentale non saremo affatto politically correct… avvisati!      😛

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...